Quanto guadagna un medico? Gli stipendi medi categoria per categoria

quanto guadagna un medico

Quanto guadagna un medico? E’ una informazione che interessa chi si sta approcciando alla professione ma soprattutto gli studenti che devono decidere a quale corso di laurea iscriversi. Le facoltà di medicine sono famose per l’impegno richiesto in termini di studio e anche di lavoro (sotto forma di tirocinio). E’ lecito chiedersi se, a prescindere dalle soddisfazioni morali e dalla possibilità di fare concretamente del bene al prossimo, ne valga davvero la pena. Sgombriamo il campo da dubbi: i medici guadagnano tanto, com’è giusto che sia. Gli stipendi, però, possono variare in base alla categoria e non solo all’anzianità.

Lo stipendio del medico specializzando

Un medico specializzando, che quindi non ha terminato il percorso di studi, guadagna già 1765 euro netti al mese, ossia più di quanti molti professionisti possono sperare di portare a casa. E’ una cifra indubbiamente interessante, soprattutto se si considera che si sta parlando pur sempre di entry level.

Per quanto riguarda i medici di ospedale, che hanno terminato il percorso di studi e che sono completamente operativi, si parla di cifre che variano dai 1900 e i 2900 euro, sempre mensili e sempre netti. E’ una forbice ampia, giustificata dai fattori che incidono direttamente sullo stipendio:

  • Anzianità. Le dinamiche della professione del medico sono identiche a quelle che coinvolgono l’impiego nel settore pubblico. Sono presenti, quindi, gli scatti di anzianità anche in questo caso.
  • Straordinari. Tutti i medici sono chiamati, chi più chi meno, a fare gli straordinari. Il ricorso allo straordinario, poi, è particolarmente frequente nelle realtà più piccole, che soffrono magari di un organico non sufficiente.
  • Reperibilità. Per i medici è prevista una vera e propria indennità di reperibilità. I medici che si rendono disponibili “acca 24” o in orari tradizionalmente non deputati all’attività lavorativa guadagnano molto di più.

Questo per quanto riguarda i medici semplici. Quelli che ricoprono anche ruoli dirigenziali, come i capireparto e i primari, godono di uno stipendio molto più alto, che può raggiungere anche i 4.500 euro.

Se si considerano i medici privati, che operano nelle cliniche non convenzionate, il discorso si fa molto più fumoso in quanto non vi è un punto di riferimento per trarre delle conclusioni statisticamente rilevanti. In genere, però, guadagnano di più, soprattutto i chirurghi.

Quanto guadagna un medico di base?

Una figura a parte è quella del medico di base. Le dinamiche che coinvolgono la sua retribuzione hanno poco a che vedere con il contesto ospedaliero. La verità, infatti, è che i medici di base guadagnano, in media, molto di più dei medici d’ospedale, e per giunta lavorano di meno. Il medico di famiglia, per esempio, è obbligato solo a 24 ore settimanali. Il pediatria, invece, a 40. I primi, poi, guadagnano una media di 60,70 euro all’ora, i secondi 53,40 euro l’ora.

Questo vuol dire che gli stipendi, contando i giorni lavorativi e non quelli festivi, sono rispettivamente 5608 euro e 9398 euro. Cifre oggettivamente davvero elevate.

Un’altra figura particolare è quella del medico legale, che guadagnano di più in assoluto (si arriva anche a 20.000 euro mensili). Queste cifre sono giustificate dal fatto che lavorano con le autorità, la polizia, la magistratura etc.

Be the first to comment on "Quanto guadagna un medico? Gli stipendi medi categoria per categoria"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*